giovedì 2 aprile 2009

La Germania, la primavera, la corsa e la tastiera

Eccomi, tornato a Praga dopo due giorni e mezzo passati a Wetlzar, Tedeschia.
Convegno interessante, una volta tanto. Solo il tono della voce di alcuni oratori mi ha talvolta indotto a dormire (sì, sono arrivato a chiudere glli occhi). Per il resto devo dire che alcune presentazioni erano davvero interessanti.

Viaggio di ritorno un po' avventuroso, per via di quel disgraziato del mio collega che guidava (e prestava la macchina): poco dopo il confine ceco la macchina si è allegramente fermata... era finita la benzina. Scena da film con il guidatore che implora "dai, dai.. ancora 100 metri". No, si è fermata. Per fortuna dopo cento metri c'era davvero un distributore.

Oggi a Praga è arrivata la primavera. Non è solo la temperatura, ma anche l'odore. Sì, l'odore di primavera, quell'atmosfera che ti fa venire voglia di stare fuori.
Anche per questo sono andato senza remore ad allenarmi a Hvezda: avevano tagliato l'erba e l'odore di primavera si sentiva ancora di più.

10 km e mezzo, i primi 8.5 lento (6.20), per scaricare i postumi rimasti dalla mezza col primato, poi 1.5 km a 5.35 e l'ultimo mezzo km a 5.00. Buon allenamento.

Domenica, se tutto va bene, si prova il lungo di 30 km in vista di Stoccolma.

Ah, dimenticavo: stamattina mi è arrivata la nuova tastiera che ho comprato su Ebay per il mio mitico eee. Cambiata in due secondi: funziona alla grande!!!

Nessun commento:

Posta un commento