giovedì 30 aprile 2009

Ma una volta non c'era di che vergognarsi?

Ho letto l'intervista Noemi Letizia ha rilasciato a Repubblica: da far accapponare la pelle.
Due i motivi che fanno trasudare sentimenti di compassione per questi personaggi.

Il primo è per Mr. B., che, senza dubbio, avrebbe tanti altri motivi per vergognarsi. Ma in questo caso non è una delle sue numerose gaffe. In pratica Mr. B., un uomo miliardario che ha avuto cinque figli, si riduce a imbucarsi alla festa di compleanno di una diciottenne qualunque, per trovare un po' d'affetto. Ecco, quando i berluscones vengono a sbraitare che "chi lo critica, è invidioso, perché lui è un uomo di successo", meditino. Un uomo del genere deve elemosinare l'affetto, perché non è stato capace di conquistarlo dalla sua famiglia e dai sui figli, pur avendoli ricoperti d'oro. A me fa compassione. Por bagaj...

Ma soprattutto mi fa cadere le braccia questa ragazza. Che arriva alla festa sei suoi diciottanni in Mercedes ("bellissima") con autista.  Che scoppia a piangere quando vede che tra gli invitati c'è Mr.B. Una persona sana di mente si metterebbe a piangere per la disgrazia. Se al mio compliconcepimento arrivasse un invitato del genere tutti gli altri scapperebbero! Si vede che la ragazza frequenta persone tanto vacue quanto lei. E forse non se ne accorge di quanto fa pena proprio per questo.
Chiude l'intervista dicendo ".Ora sogno di fare la show girl. Perché io so fare tutto. Una Carlucci, una Cuccarini".

Ecco, se avessi una figlia votata alle vuotaggini come questa la prenderei a schiaffi dalla mattina alla sera. E invece sembra che i genitori ne vadano fieri. Compreso il padre, che non si sente disturbato dal fatto che la figlia chiami "papi", Mr. B.

E poi, facciamo quelli che "certe cose le diciamo". Guardate la foto qui sotto: sarà mica bella ...
Se le togliamo i quintali di trucco e parrucco, e soprattuo quelle orribili sopracilia, viene fuori una tipa qualunque. Anzi, a guardare bene l'espressione, è anche un po' bruttina (l'aggettivo-sostantivo adatto mettetelo voi). Ma certi giornalisti che la definiscono bella, l'hanno mai vista una tipa davvero bella? 

(Ag. Controluce/Franco Castanò)

 

3 commenti:

  1. ma come, brutte le sopracciglia che vanno adesso?
    :-P
    eppoi, la sciura miriam bartolini ha detto che lui non ci è mai andato ai compleanni dei figli 'anche se l'abbiamo invitato'...
    :-)

    RispondiElimina
  2. Vero, non sono brutte. Sono orrende.
    Le ragazze belle non hanno bisogno di rifarsi le sopracciglia.
    Se poi guardi la differenza di colore tra collo e faccia ti rendi conto che ha almeno 2 mm di trucco a levigare la faccia.
    Del tipo, che prendi una cozza qualsiasi e la mandi dal parrucchiere, e dal truccatore e diventa una figa.

    RispondiElimina
  3. Il "papi" non si smentisce mai ... e come al solito è colpa della sinistra che metterebbe in giro queste "voci" ... si ma allora xkè la Lario dice che "noi subiamo queste cose, non le approviamo" .... come si fa a subire il nulla?!
    Io candiderei la Lario al PD!
    POTERE AL DUBBIO!

    RispondiElimina