giovedì 28 maggio 2009

Compliconcepimento


Qualcuno si chiede perché io festeggi il compliconcepimento (bella festa ieri sera!), anziché il compleanno. Anticonformismo? Bastiancontraresimo? Può darsi.

O forse quel pizzico di sana follia, anche se suona meglio chiamarlo attimo di vita poetica.

Ma alla fin dei conti, perché mai dovrei festeggiare delle grida di dolore? Io, preferisco festeggiare delle grida di piacere...

Nessun commento:

Posta un commento